© Pierre VIncent
Il nostro territorio

Prodotti e piatti tipici

Scoprite le specialità della nostra regione: formaggio, maiale nero di Bigorre, garbure, trota e molti altri. Tutti questi prodotti sono disponibili presso le Halles di Lourdes e nei negozi di prodotti regionali della nostra città.

La trota dei pirenei

La trota originale (Fario) o la trota introdotta (Arcobaleno) pescate nei nostri torrenti e laghi di montagna o allevate localmente nelle aziende ittiche, fanno parte della gastronomia locale. Cucinata in diversi modi, trasformata in prodotti eccezionali, la trota è regolarmente presente sulle bancarelle dei pescivendoli delle Halles di Lourdes e nei ristoranti della città.

Titolo del video mancante
Didascalia del video mancante

Cipolla di trebons

Trébons è un piccolo villaggio situato a soli 20 minuti da Lourdes. Le cipolle prodotte lì hanno la particolarità di essere morbide e dal sapore dolce. Possono essere consumate fresche da maggio a luglio. Riprodotti in autunno, i “cébards” sono germogli leggermente dolci e un perfetto accompagnamento per frittate e carni.
Da scoprire alle Halles di Lourdes!

La pecora di Barèges–Gavarnie

Una carne dalle qualità gustative eccezionali: morbida, tenera e succosa con un sapore unico caratterizzato da profumi di timo selvatico e liquirizia. In estate, gli animali si recano nella regione di Toy per i pascoli estivi, dove trovano una dieta a base di erba molto profumata. Durante la bassa stagione si spostano nei pascoli a bassa quota tra i 1000 e i 1800 m, mentre in inverno rimangono nelle stalle della valle e vengono nutriti con il fieno prodotto durante l’estate. Durante la fiera di Saint Michel a Luz Saint Sauveur, tutti gli appassionati si incontrano per un momento di festa e di golosità.

La garbure

Zuppa rinvigorente di verdure e fagioli in cui vengono cucinati il confit e il famoso “camayou” (osso di prosciutto locale); richiede una buona ora di preparazione e un giorno intero di cottura a fuoco lento. La ricetta della garbure è diversa da una valle all’altra. Nel passato era consuetudine “fare chabrot” aggiungendo vino rosso al piatto caldo.

Anatra o oca

En foie gras, confits, civets, salmis, pâtés, rillettes, magrets fumés… La tradition de l’élevage et du gavage est ici très vivace comme dans tout le sud-ouest.

I confit

Sono uno dei piatti classici del territorio; d’oca o d’anatra, conservati nel grasso, vengono portati in tavola per ogni occasione, quando passa un amico, abbinati a porcini o fagioli di Tarbes.

Il formaggio locale

Tutti apprezzano i formaggi delle nostre montagne con il loro carattere pronunciato, fatti con latte di pecora, mucca o capra. La preparazione di una toma è un savoir-faire ancestrale, il gusto cambia a seconda del latte o della miscela di latte, e il processo di maturazione ne determina la forza. In estate, durante la transumanza, le mandrie vengono guidate ai pascoli alti, e in questo nuovo ambiente la loro scelta di cibo aumenta (fiori, frutta, ecc.), il che cambia il sapore del latte e quindi del formaggio: questo è il “formaggio estivo“. Avrà più sfumature di sapore, soprattutto fruttate, e le note di gusto si evolvono in base alla stagione e al luogo in cui gli animali si nutrono.

Consiglio: assaggiatene una bella fetta su un pezzo di pane con un tocco di marmellata di amarene, lo troverete irresistibile.